Servotecnicasi presenta all’appuntamento SPS/IPC/DRIVES ricca di numerose novità di prodotto e di servizio

21/05/2019
Il catalogo dei propri giunti rotanti continua ad arricchirsi di soluzioni customizzate e innovativealle quali si aggiungono anche modelli senza contatto.

La gamma dei servomotori speciali si amplia con nuove serie di prodotti particolarmente adatti in applicazioni miniaturizzate, soluzioni innovative che comprendono elettroniche dedicatee nuovi trasduttori per integrazione in sottosistemi meccatronici.

La pluriennale esperienza in questo settoresi è consolidata e strutturatain conformità alle norme ISO e messa a diposizione della clientela attraverso l’ufficio dedicato al project management che offre lo studio, la progettazione e la realizzazione di prototipi,per velocizzare lo sviluppo dell’interoprogetto del cliente o se richiesto anche della produzione in serie di cinematismi che integrano in volumi ridotti le più avanzate tecniche costruttive di controllo del moto, così da incrementare ulteriormente la vocazione di Servotecnica a lavorare in partnership con i propri clienti.

L’indirizzo fondamentale che guida lo sviluppoelacrescita dei prodotti e dei servizi di Servotecnica è orientato al l’efficienza e alrisparmio energetico, tema che viene considerato centrale nelle scelte di design delle nuove macchine e dei nuovi impianti, sempre più si incontrano imprenditori e progettisti che tengono conto di questi fattori,un segnaleche viene accolto dai loro clienti finali come elemento di valutazione e di scelta.

La ormai quasi quarantennale presenza nel settoredel MotionControl e la riconoscenza del marchio Servotecnica a livello internazionale sancisce la collaborazione con fornitori primari che sono riconosciuti leader di prodotto o che hanno studiato, realizzatoe brevettato soluzioni innovative per performance e affidabilità in accordo con efficienza e risparmio energetico.

Un esempio importante sono i servomotori sincroni della EMF che riducono la velocità incrementando la coppia utile con unparticolare circuito magnetico.La strada maestra per sviluppare progetti “green” è iniziare dalle prime fasi del design: Servotecnica ha investito nell’ultimo anno in attrezzature dedicate adindirizzare i propri clienti verso motorizzazioni dirette per ridurre attriti, giochi, flessioni e movimenti persi.

Un completo banco prova composto da diverse tecniche di motori lineariTecnotione una complessa strumentazione permette,ai clienti che arrivano nei nostri laboratori,di acquisire conoscenza attraverso simulazioni matematiche delle prestazioni dinamiche raggiungibili in funzione delle scelte strutturali del sistema da realizzare.

La collaborazione con il Politecnico di Milano e di Torino è stata importanteper tradurre la lunga esperienza applicativa in un metodo fruibile per la crescita e il consolidamento della conoscenza al servizio dei clienti. Una strada iniziata,ma che continuerà in futuro per tradurre in risultato reciproco il lavoro e gli obbiettivi tra industria e università.

Tra i prodottidi rilievo cheServotecnica esporrà in fiera ci sono, inoltre,le tre serieTTX, FTX e GTX di Exlar®, marchio della divisione Curtiss-Wright Actuation Group.Exlar®ha lanciatorecentementeil GTX080, l’attesissimo motore/attuatore integrato di nuova generazione.

Il design ultramoderno del modello GTX080 offre un notevole miglioramento delle prestazioni rispetto al precedente: l’integrazione della tecnologia della vite a rulli satelliti “inversa” brevettata da Curtiss-Wright, l’elevata densità di potenza e il fattore di forma compatto rendono il GTX080 l’alternativa ideale ai cilindri idraulici.

Le caratteristiche della serie GTX includono viti epicicloidali a rulli satelliti ad alta capacità, con una durata fino a 15volte superiore e una resistenza ai sovraccarichi significativamentepiù elevatarispetto a viti a ricircolo di sfere di dimensioni paragonabili. Gli attuatori della serie GTX prevedono protezione ambientale IP65S (min.) e hanno un’integrazione perfetta con la maggior parte delle principali architetture di controllo del movimento.

La boccola con guarnizione a tenuta frontale rimovibile facilita notevolmente le operazioni di manutenzione e lubrificazione,massimizzando la durata di vita dell’attuatore. Grazie al suo design modulare, permette di riconfigurare
facilmente la tipologia di montaggio in macchina, aggiungendo la flangia standard più adatta alle esigenze applicative.

Questo significa poter sostituire o eventualmente fare manutenzione all’unità montata in macchina con estrema semplicità con l’utilizzo distrumenti standard. Ilfunzionamentoè piùfluido e silenzioso rispetto ai design di vecchia generazione.

La gamma dei motori di coppiaQTRTecnotion recentemente completata con le taglie 65 e 78 mm di diametro esterno, dedicatealle applicazioni robotiche, siamplia verso l’alto con la nuova famiglia di motori Torque serie QTL.

Questi motori sono stati progettati per essere impiegati nel settore delle macchine utensilie ottimizzati per le teste bi-rotative delle macchine per la lavorazione del legno, applicazioni dove serve avere un’elevata densità di coppia, una eccellente fluidità di moto e una precisione di posizionamento molto spinta.

Ilprimo modello disponibile è quellocon diametro esterno di 310mm (QTL-310) con tre altezze di 65mm-85mm-105mm e coppie massimerispettivamentedi 300Nm-468Nm-610Nm. Disponibili anche con versioni raffreddabili ad acqua.

La direzione strategica diServotecnica continua nel presentare soluzioni integrateancora più completedi funzioni, di connettività e sicurezza,i MIS della JVL, Servosistemi passo passo a loop chiusa con encoder multigiro assoluto senza batteria,si completano aggiungendo alla connettività multiprotocollo già esistenteconl’interfaccia Sercos3e l’ingresso STO (Safety Torque Off) certificato dalTUVsulla intera gamma, Nema 17,23e 34.

Quelle sopra evidenziate sono solo alcune delle novità che saranno presenti alla prossima SPS di Parma.

www.servotecnica.com